Ateneo Veneto

Il filosofo e la regina

 

Venerdì 11 Maggio 2018 (ore 17.00) l’Aula Magna dell’Ateneo Veneto si trasformerà in uno dei saloni della corte di Svezia: un salto indietro nel 1650 per dare vita all’azione scenica “Il filosofo e la regina” che ha per protagonisti la  giovane  regina  Cristina  di  Svezia, il  filosofo  e  matematico  René  Descartes, ma anche la musica, la geometria, la filosofia.

Tutto si svolge in una gelida mattina di quasi quattro secoli fa: il dialogo tra la sovrana (interpretata da Annalisa Santini) e Cartesio (Daniele Squassina) spazia dall’area del cerchio al particolare valore del p-greco, tra dimostrazioni  geometriche,  capacità  e  limiti  della  ragione  umana. 
Grazie  anche  alle  ironiche  osservazioni  della regina Cristina,  la  lezione  di Descartes si  trasformerà  in  un’autentica  indagine  filosofica,  che  travalica  gli  aspetti  strettamente  matematici.

La  rappresentazione è  accompagnata  da  immagini  e  musiche  dell’epoca (Vincenzo Galilei, Michelangelo Galilei, Francuis Cutting e John Dowland),  che  danno  corpo  alla  discussione  tra  i  protagonisti  e  contribuiscono  ad  ambientare  la  vicenda  nella  seicentesca  corte  della  regina  di  Svezia.

Testo e ideazione dell’ “evento musicato” sono di Maurizio Lovisetti.
A introdurre la performance – realizzata dal Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali di Ca’ Foscari col Center for Renaissance and Early Modern Thought -  sarà Emanuela Scribano.